Io secondo me

DSC_0502

il viaggio è on the road, la cucina etnica
la musica è De Andrè, la lettura romanzi contemporanei (e articoli di pedagogia e pediatria)
lo sport è yoga, il relax amici a cena
la vacanza è in tenda, la domenica sempre un posto nuovo
il passo è veloce, la lingua sciolta
l’inizio è timido, il resto è ironia
il passato è free climbing, il presente passeggiate e trekking
il futuro è miglioramento, il sogno è la quadratura del cerchio
la sfida è fluire nel cambiamento, la bellezza il rispetto dei luoghi
l’impegno è il mio uomo accanto, la felicità il sorriso di mio figlio

Specialista nella Comunicazione d’impresa, sviluppo progetti per la comunicazione corporate, interna e di business, curo il brand e organizzo eventi.
Idea e realizzazione, visual e copy, web e social; una visione completa del sistema di comunicazione per le imprese.
Questo è il mio lavoro.

Poi c’è il resto, che è in realtà il più.
Andrea, compagno di vita, errori e vittorie. Progettista elettrico, elettricista, imprenditore e gran lavoratore. Ma più di tutto, compagno. Di poche parole, ci penso io a riempire i suoi silenzi, per la sua gioia. Uomo generoso, altruista e sempre pronto. Pieno anche di difetti, che ancora mi scopro a scoprire e che cerco di infilare nella nostra vita senza che facciano troppo rumore. Come provo a fare con i miei.

Enea, bimbo ‘Felicetto’ nato a marzo 2015, maestro di ‘tempo’ e ‘valore’. Mi ha insegnato che ogni cosa, anche la più difficile, può essere affrontata e superata; che il tempo passa, spesso troppo velocemente, e il futuro non è che cambiamento, al quale dobbiamo af-fidarci con determinazione. Mi ha insegnato che sono piena di limiti, ma che valgo più di quello che penso, perchè i miei limiti posso superarli, molti ne ho già superati e tanti altri ne ho incontrati, nel mio percorso di madre, e donna, e amica e compagna.

E ci sono io, in questo nuovo percorso che mi ha aperto alla vita. Diventare madre è stato il più grande dono che la vita potesse farmi. ‘Vedrai adesso, è finita la pacchia’, dicono. Invece no. E’ adesso che inizia tutto. Perchè essere madre mi ha aperto ad un modo nuovo di affrontare la vita, il lavoro, me stessa. Mi ha aperta ad un mondo di possibilità, mi ha abituata al cambiamento, e a gestire le cose con amore e determinazione, e a razionalizzare. A non fuggire davanti alle situazioni scomode, perchè con una creatura che è nelle tue mani non puoi permettertelo, e allora ti scopri una forza e delle capacità che non sapevi, e che puoi usare in tutti gli altri spazi della tua vita.

Anni fa avevo scritto un articolo, ‘Non si nasce una volta sola‘, sul sito del mio gruppo di amici climbers. Quel sito non c’è più, ma io so di essere nata ancora una volta.

dimmi...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...